Pubblica il tuo bannerPubblica il tuo banner
    Condividi questa pagina
Sommario

Galleria dell'Accademia - abcFirenze.com
Multimedia
Galleria fotografica - Foto del museo con una breve descrizione
Galleria video - Filmati video del museo

Descrizioni e Servizi
Fu il Granduca Leopoldo di Lorena ad istituire nel 1784 la galleria e una pinacoteca rappresentativa della pittura minore fiorentina dal sec XIII al XIX.
La Galleria deve la sua vasta popolarità alla presenza di alcune sculture di Michelangelo: i Prigioni, il San Matteo e in particolare il celebre David, qui trasportato nel 1873, per il quale venne realizzata la scenografica galleria.
Nei locali contigui, ricavati da due antichi conventi, sono state raccolte, a partire dall'Ottocento, importanti opere d'arte provenienti dall'Accademia del Disegno, dall'Accademia di Belle Arti e da conventi soppressi.
Si tratta in gran parte di dipinti di soggetto religioso eseguiti dai maggiori maestri operanti a Firenze e nei dintorni dalla seconda metà del Duecento alla fine del Cinquecento.
Nelle sale circostanti si trova la più importante pinacoteca della città dopo gli Uffizi e Palazzo Pitti con numerosi dipinti qui raccolti dal Granduca Pietro Leopoldo per facilitare lo studio dei giovani artisti dell'Accademia d'Arte che ancora si trova al lato della Galleria.
In particolare la collezione di tavole a fondo oro è unica al mondo. Nelle sale del primo piano si può ammirare un insieme di grandiosi polittici tardo gotici, pervenuti integri di ogni parte.
Da segnalare inoltre la gipsoteca di due scultori dell'Ottocento: Lorenzo Bartolini e Luigi Pampaloni, e la raccolta di icone russe.
Recentemente la Galleria si è arricchita con il Museo degli strumenti musicali, che comprende antichi, importanti strumenti del Conservatorio Luigi Cherubini, provenienti dalle collezioni medicee e lorenesi.
  • Archivio fotografico
  • Accesso disabili
  • Archivio storico
  • Visite guidate
  • Libreria


  • Personaggi e Opere

    Artisti ed opere in evidenza


    Pietro Di Cristoforo Vannucci
    Jacopo di Arcangelo
    Fra Bartolomeo
    Domenico Bigordi
    Filippino Lippi
    Raffaellino Del Garbo
    Francesco Granacci
    Francesco Di Cristoforo
    Giovanni Antonio Sogliani
    Mariotto Albertinelli
    Sandro Filipepi
    Andrea di Giusto
    Alesso Baldovinetti
    Domenico di Francesco
    Francesco Botticini
    Giovanni di Ser Giovanni
    Giovanni Francesco da Rimini
    Jacopo Carrucci
    Michelangelo Buonarroti
    Santi di Tito
    Stefano Pieri
    Alessandro Allori
    Agnolo di Cosimo
    Francesco De Rossi
    Tommaso Manzuoli
    Francesco Morandini
    Carlo Portelli
    Giuliano Bugiardini
    Jacopo del Casentino
    Puccio di Simone
    Bernardo Daddi
    Taddeo Gaddi
    Pacino di Buonaguida
    Andrea Di Cione
    Cenni di Francesco di ser Cenni
    Nardo di Cione
    Giovanni da Milano
    Niccolò di Tommaso
    Jacopo di Cione
    Mariotto di Nardo
    Michele Tosini
    Andrea D'Agnolo

    Altri artisti presenti


    Agnolo di Domenico di Donnino detto il Mazziere (Pittore) con il dipinto "Evangelisti" databile nel periodo 1500 - 1510.
    Agnolo Gaddi (Pittore) con i dipinti "Madonna con Bambino e angeli" e "Madonna con Bambino e santi" databili nel periodo 1380 - 1390.
    Ambrogio di Baldese (Pittore) con la base "Adorazione dei pastori ; Adorazione dei Re Magi ; Presentazione di Gesù al Tempio" databile nel periodo 1390 - 1399 e con il trittico "Crocifissione di Cristo con san Francesco d'Assisi ; San Paolo, sant'Elisabetta; san Luca Evangelista ; San Bartolomeo, santa Caterina d'Alessandria, san Pietro Martire".
    Andrea Bonaiuti detto Andrea da Firenze (Pittore) con lo sportello di trittico "Sant'Agnese ; Santa Domitilla" databile nel periodo 1360 - 1370.
    Andrea Piccinelli detto Andrea del Bresciani (Pittore) con il dipinto "Madonna con Bambino, san Girolamo, san Giovannino e santa Caterina da Siena" databile nel periodo 1500 - 1524.
    Antonio del Ceraiolo detto il Ceraiolo (Pittore) con il dipinto "San Michele Arcangelo" databile nel periodo 1518 - 1520.
    Antonio Domenico Gabbiani (Pittore) con il dipinto "Musicisti della corte medicea" del 1687.
    Aurelio Lomi (Pittore) con il dipinto "Deposizione di Cristo dalla croce" databile nel periodo 1575 - 1622.
    Bicci di Lorenzo (Pittore) con i dipinti "San Pietro ; San Paolo", "San Benedetto ; San Giovanni Gualberto" databili nel periodo 1430 - 1435 e "Matrimonio mistico di santa Caterina d'Alessandria, san Giovanni Battista, sant'Eustachio e sant'Antonio Abate ; Cristo Redentore benedicente", "San Bernardo di Chiaravalle" e con lo scomparto di polittico "Sant'Andrea apostolo e san Michele Arcangelo ; San Girolamo e san Lorenzo ; Annunciazione".
    Gherardo Starnina (Pittore) con il dipinto "Madonna con Bambino in gloria e angeli, san Giovanni Battista e san Nicola di Bari" databile nel periodo 1407 - 1410.
    Giotto di Maestro Stefano detto Giottino (Pittore) con l' affresco "Madonna con Bambino in trono e santi" databile nel periodo 1350 - 1374.
    Giovanni del Biondo (Pittore) con il trittico "Presentazione di Gesù al Tempio ; San Giovanni Battista ; San Benedetto" del 1364, con la base "Ascensione di san Giovanni Evangelista" e con il dipinto "San Giovanni Evangelista in trono e Cristo benedicente" databili nel periodo 1375 - 1380 e con il polittico dipinto "Annunciazione ; Santi ; Flagellazione di Cristo ; Crocifissione di Cristo ; Cristo risorto ; Cristo in pietà tra la Madonna, san Giovanni Evangelista e due Marie" databile nel periodo 1380 - 1385.
    Giovanni di Marco detto Giovanni dal Ponte (Pittore) con il trittico "Incoronazione di Maria Vergine con angeli musicanti, san Francesco d'Assisi, san Giovanni Battista, sant'Ivo e san Domenico ; Angelo annunciante ; Maria Vergine annunciata ; Discesa di Cristo al limbo" databile nel periodo 1420 - 1430 e con i dipinti "San Francesco d'Assisi" databile nel periodo 1400 - 1410, "Sant'Elena ; San Giacomo Maggiore" databile nel periodo 1420 - 1430, "San Giuliano l'Ospedaliere ; San Giovanni Battista" databile nel periodo 1430 - 1437.
    Giovanni Toscani (Pittore) con la cornice di polittico "Cristo crocifisso con i dolenti" databile nel periodo 1423 - 1424, con lo scomparto "San Francesco d'Assisi riceve le stimmate ; San Nicola di Bari fa placare la tempesta" databile nel periodo 1423 - 1424, con i dipinti "Incredulità di san Tommaso ; Geremia ; Isaia" del 1420 e "Madonna con Bambino in gloria, santo Stefano, sant'Orsola e angeli musicanti" databile nel periodo 1423 - 1424.
    Girolamo del Pacchia (Pittore) con il dipinto "Madonna con Bambino e san Giovannino" databile nel periodo 1495 - 1533.
    Lorenzo di Bicci (Pittore) con la base "San Martino dona parte del mantello al povero" databile nel periodo 1380 - 1390, con l' affresco "Madonna con Bambino" databile nel periodo 1400 - 1410 e con lo scomparto di polittico "San Giuliano l'Ospedaliere e san Zanobi" databile nel periodo 1375 - 1399.
    Lorenzo di Niccolò (Pittore) con i dipinti "Santo" e "Incoronazione di Maria Vergine" databili nel periodo 1390 - 1410 e con il trittico "Madonna con Bambino in trono e angeli ; Santi" del 1404.
    Lorenzo Monaco detto Piero di Giovanni (Pittore) con i dipinti "Cristo in pietà tra la Madonna e san Giovanni Evangelista e simboli della Passione" del 1404, "Madonna con Bambino in trono, san Giovanni Battista, santa Caterina d'Alessandria, san Pietro e una santa" del 1408, "San Giovanni Evangelista dolente" e "Madonna dolente" databili nel periodo 1405 - 1415, "Orazione di Cristo nell'orto di Gethsemani ; Bacio di Giuda ; Cristo spogliato delle sue vesti" e "Madonna con Bambino in trono, sant'Antonio Abate, santa Lucia, san Giovanni Battista, santa Caterina d'Alessandria, san Giuliano e san Pietro" databili nel periodo 1390 - 1399, con i polittici "Annunciazione ; Santa Caterina d'Alessandria e sant'Antonio Abate ; San Procolo e san Francesco d'Assisi" del 1409 e "Madonna con Bambino in trono e angeli ; San Bartolomeo e san Giovanni Battista ; San Taddeo e san Benedetto Abate ; Cristo Redentore benedicente ; Angelo annunciante ; Maria Vergine annunciata" databile nel periodo 1406 - 1410, con la croce "Cristo crocifisso" databile nel periodo 1405 - 1410 e con gli scomparti di polittico "San Paolo", "San Girolamo", "San Pietro", "San Caio papa ; Angelo annunciante", "Santa Caterina d'Alessandria ; Maria Vergine annunciata", "San Giovanni Battista" databili nel periodo 1390 - 1399.
    Maestro di Santa Verdiana (Pittore) con il dipinto "Madonna con Bambino tra angeli e santi" databile nel periodo 1380 - 1390.
    Mariotto di Cristofano (Pittore) con il polittico "Transito della Madonna ; Disputa di Gesù con i dottori del Tempio ; Natività di Gesù ; Presentazione di Gesù al Tempio ; Fuga in Egitto ; Adorazione dei Re Magi ; Madonna assunta ; Angelo annunciante ; Maria Vergine annunciata" databile nel periodo 1430 - 1440.
    Niccolò di Pietro Gerini (Pittore) con i dipinti "Cristo in pietà" e "Madonna con Bambino e santi ; Cristo benedicente" databili nel periodo 1400 - 1410, con la mensola "Funerali di un confratello della Compagnia del Pellegrino" databile nel periodo 1400 - 1410, con la cornice "Cristo tra santi e confratelli della Compagnia del Pellegrino" databile nel periodo 1400 - 1410.
    Rossello di Jacopo Franchi (Pittore) con il dipinto "San Giovanni Battista" databile nel periodo 1400 - 1410 e con i trittici "Incoronazione di Maria Vergine e angeli ; Santi ; Dio Padre benedicente ; Profeti ; Angelo annunciante ; Maria Vergine annunciata ; Cristo in pietà tra la Madonna, san Giovanni Evangelista, san Francesco d'Assisisi e san Domenico" del 1420 e "Madonna con Bambino in trono e angeli ; San Giovanni Battista e san Francesco d'Assisi ; Santa Maria Maddalena e san Matteo Evangelista ; Crocifissione di Cristo ; San Paolo ; San Pietro" databile nel periodo 1420 - 1430.
    Sebastiano Mainardi detto Bastiano (Pittore) con il dipinto "San Giacomo Maggiore, santo Stefano e san Pietro" del 1493.
    Silvestro dei Gherarducci (Pittore) con il dipinto "Madonna con Bambino, angeli e Cristo Redentore benedicente" databile nel periodo 1366 - 1375.
    Spinello Aretino (Pittore) con il trittico "Madonna con Bambino in trono e angeli" del 1391 e con il dipinto "Santo Stefano ; Crocifissione di Cristo" databile nel periodo 1401 - 1410.
    Ventura di Moro (Pittore) con il polittico "Madonna con Bambino in trono e angeli ; Santa Caterina d'Alessandria e san Francesco d'Assisi ; San Zanobi e santa Maria Maddalena ; Natività di Gesù ; Santa Caterina d'Alessandria e il miracolo della ruota ; San Francesco d'Assisi riceve le" databile nel periodo 1420 - 1460.
    Altri:
    Non ci sono committenti in evidenza
    Non ci sono esecutori in evidenza

    Giochi

    Gioco a Quiz

    Punti d'interesse nelle vicinanze
    Campanile di Giotto
    Chiesa della SS. Annunziata
    Chiesa di San Marco
    Palazzo Medici Riccardi
    Museo Archeologico Nazionale
    Museo dell'Opera del Duomo
    Museo di San Marco

    Questa pagina è stata visitata 12759 volte
    Pubblica il tuo bannerPubblica il tuo banner

    SuggerimentoSUGGERIMENTI

    In Google nelle tue ricerche su Firenze aggiungi la parola abc.
    Esempio:
    Otterrai nei risultati pagine di questo sito


    VETRINA





    abcRoma la guida di Roma
    Guida di Roma


    suggerimento

    Cambia Grafica


    Rimpicciolisci testo 13Dimensione testo15 Ingrandisci testo
    Cambia dimensione testo


    Cerca in AbcFirenze


    Pubblica il tuo bannerPubblica il tuo banner